NEWS

COMUNICATO STAMPA 2

AIIC AWARDS 2022:
APERTA LA SELEZIONE DEI MIGLIORI PROGETTI NELL’AMBITO DELLE TECNOLOGIE HEALTHCARE

DIGITAL HEALTH, PNRR, TECNOLOGIE BIOMEDICHE, BIOINGEGNERIA, DISPOSITIVI MEDICI, CYBERSECURITY: UNA SELEZIONE APERTA A TUTTI I PROFESSIONISTI DELLA SANITA’ IN VISTA DEL CONVEGNO NAZIONALE AIIC RICCIONE, 12-15 GIUGNO 2022

ROMA, 1 APRILE 2022 – Per selezionare ed identificare i migliori progetti di ingegneria clinica e biomedica l’ASSOCIAZIONE ITALIANA INGEGNERI CLINICI ha lanciato il suo AIIC AWARDS 2022, una selezione di progettualità rappresentative dell’eccellenza italiana di settore. Il Premio, che viene proposto all’interno del XXII Convegno Nazionale AIIC (Oltre il PNRR: verso una cultura tecnologica a sostegno della salute; 12-15 giugno, Riccione), “è sviluppato per far emergere le professionalità esistenti nelle tante realtà del SSN che si occupano di trasformazione tecnologica”, sottolinea Umberto Nocco, presidente AIIC, “Sappiamo che i nostri associati sono capaci di progettualità importanti, e spesso lavorano in team multidisciplinari con il coinvolgimento di tanti altri professionisti, ai quali anche si rivolge il nostro Award. Nostro obiettivo è creare un luogo in cui tutte queste competenze possano rendersi visibili e convergere, mostrando anche la vastità e qualità delle collaborazioni con università, ospedali, centri di ricerca, IRCCS, altre società scientifiche e soggetti della produzione”.

Le Aree tematiche all’interno delle quali possono candidarsi le progettualità dell’AIIC AWARDS sono nove e riguardano: 1-PNRR: progetti e proposte per una nuova sanità; 2 – Innovazione (processi, prodotti, servizi); 3- Sanità digitale e telemedicina; 4 – Gestione delle tecnologie biomediche: dati, modelli, risultati; 5 – Formazione continua e training professionale; 6 – Applicazioni innovative di bioingegneria; 7 – Valutazione delle tecnologie ed esperienze innovative di procurement; 8 – Sperimentazione clinica pre e post-market sui dispositivi medici; 9 – Interoperabilità dei dispositivi medici e cybersecurity.

Per partecipare all’AIIC-AWARDS è sufficiente sottoporre sulla piattaforma AIIC un abstract corredato di immagini e breve presentazione (https://www.convegnonazionaleaiic.it/come-partecipare). Come saranno valutati i singoli progetti sottoposti alla selezione? “I criteri di valutazione terranno conto di originalità della presentazione, di multidisciplinarietà dell’elaborato e della sua capacità di reale implementazione, nonché di concreta applicabilità”, precisa il presidente del Convegno e past-president AIIC, Lorenzo Leogrande, “Sarà una Giuria specialistica a selezionare nelle prossime settimane i migliori lavori, per poi giungere all’interno del Convegno di Riccione alla proclamazione dei vincitori per ogni singola categoria. Ricordo che la nostra scelta è di offrire ampia visibilità a tutti i lavori ammessi alla selezione finale: queste progettualità saranno infatti pubblicate sul sito del Convegno AIIC 2022 e rese visibili per circa un anno”.

La data di scadenza per la presentazione degli abstract è fissata per il 30 APRILE. La Giuria specialistica – che sarà composta da esperti di settore, rappresentanti delle Istituzioni e dal Direttivo AIIC – comunicherà i vincitori dell’Awards all’interno della Cena di Gala del XXII Convegno.

Ufficio Stampa e Comunicazione AIIC
Walter Gatti
349.5480909

 

COMUNICATO STAMPA 1

CONVEGNO AIIC 2022:
OLTRE IL PNRR, VERSO UNA CULTURA TECNOLOGICA A SOSTEGNO DELLA SALUTE

UMBERTO NOCCO: COME ASSOCIAZIONE VOGLIAMO GUARDARE OLTRE IL PIANO NAZIONALE, AFFINCHE’ LE RISORSE CHE METTE A DISPOSIZIONE NON VADANO SPRECATE 

ROMA, 10 MARZO 2022 – Il XXII Convegno dell’ASSOCIAZIONE ITALIANA INGEGNERI CLINICI-AIIC si terrà a Riccione dal 12 al 15 giugno ed avrà per tema: “Oltre il PNRR: verso una cultura tecnologica a sostegno della salute“. “Come professionisti in prima linea sappiamo benissimo che non basta “acquistare o rinnovare” tecnologie per produrre modifiche efficaci e utili, come anche il periodo della prima ondata pandemica ci ha insegnato”, sottolinea il presidente dell’Associazione Umberto Nocco, presentando l’appuntamento, “Come associazione di professionisti ci siamo da tempo posti in una posizione di osservazione attenta rispetto ad un Piano che certamente infonde risorse importanti per il sistema-Paese, ma che richiede grande intelligenza, progettualità e capacità di sguardo prospettico affinchè la grande occasione offerta non sia sprecata. E’ per questo che abbiamo voluto guardare oltre, immaginarci il dopo PNRR”.

L’evento AIIC; che ormai è l’appuntamento centrale del confronto sulle tecnologie per la salute nel loro incrocio con le politiche sanitarie, partirà dalla riflessione sul PNRR, che – precisa Lorenzo Leogrande, presidente del Convegno – “sta mettendo a disposizione del Paese e della Sanità finanziamenti che produrranno modifiche radicali dello stesso impianto complessivo del sistema delle cure, sviluppando un’accelerazione mai vista sul settore della digital health e delle tecnologie. Noi siamo però consapevoli che non abbiamo bisogno ‘solo’ di progetti o di ‘interventi’ singoli, ma di una nuova piattaforma di riferimento di tutto il sistema, che chiamiamo ‘cultura tecnologica’ in grado di connettere nel suo insieme tutti gli elementi che compongono il quadro dell’innovazione in sanità”.

Per avviare e radicare questa “cultura tecnologica” AIIC ha costruito un programma di sessioni plenarie e parallele all’interno delle quali incontrare gli stakeholders, i decisori politici, i cittadini e soprattutto tutti i professionisti che lavorano in sanità per – come sottolineato da Nocco e Leogrande – “creare le fondamenta di una nuova fase strategica, organizzativa e professionale per il SSN”.

A circa quattro mesi dalla conclusione del Convegno Nazionale di Milano, l’Associazione si prepara quindi per il suo 22° evento annuale. L’ultimo appuntamento – “Verso un nuovo SSN. Professionisti, innovazione e PNRR” (11-13 novembre, East End Studios, Milano) – ha registrato oltre 2000 presenze, con 1500 iscritti tra i soci, 800 partecipanti ai corsi di formazione, oltre 250 relatori e circa 90 partner industriali su un’area espositiva di 2500 mq.