Convegno Nazionale AIIC

Articolo: LA RAZIONALIZZAZIONE DEI FABBISOGNI COME DRIVER DELLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI PER LE AZIENDE SANITARIE: CASO STUDIO ARES SARDEGNA

LA RAZIONALIZZAZIONE DEI FABBISOGNI COME DRIVER DELLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI PER LE AZIENDE SANITARIE: CASO STUDIO ARES SARDEGNA

AFFILIAZIONE ares sardegna – s.c. governo delle tecnologie sanitarie AUTORE

\\\"\\\"\\\"\\\"

AFFILIAZIONE
ares sardegna – s.c. governo delle tecnologie sanitarie

AUTORE PRINCIPALE
Ing. Spissu Marco

VALUTA IL CHALLENGE[ratingwidget]

GRUPPO DI LAVORO
Ing. Artizzu Viviana Ersilia Teresa – ares sardegna – s.c. governo delle tecnologie sanitarie, cagliari
Ing. Balloccu Martina – ares sardegna – s.c. governo delle tecnologie sanitarie, cagliari
Ing. Meloni Carla – ares sardegna – s.c. governo delle tecnologie sanitarie, cagliari
Ing. Spissu Marco – ares sardegna – s.c. governo delle tecnologie sanitarie, cagliari

AREA TEMATICA
Reingegnerizzazione data driven di percorsi e processi

ABSTRACT
La razionalizzazione della raccolta dei fabbisogni rappresenta uno strumento fondamentale per la corretta programmazione degli investimenti di un’Azienda Sanitaria. Tale processo di razionalizzazione è tanto più importante e necessario, quanto maggiori sono le dimensioni della realtà territoriale afferente all’Azienda, alfine di garantire l’appropriatezza degli acquisti e massimizzare l’efficacia e l’efficienza del processo di procurement.
L’obiettivo del lavoro è quello di presentare il percorso che ha portato allo sviluppo di uno strumento informatico che garantirà non solo la standardizzazione del processo di raccolta dei fabbisogni, ma anche la scalabilità e la bidirezionalità dello stesso, favorendo l’implementazione di una nuova modalità gestionale. In particolare, lo strumento proposto oltre a migliorare notevolmente la gestione delle richieste di approvvigionamento, essendo sfruttabile sia con approccio Bottom-Up, dall’U.O. al Gestore del fabbisogno, che viceversa con approccio Top-Down, favorirà il pieno rispetto delle tempistiche di programmazione degli investimenti ex art.21 del D.Lgs. 50/2016.
Il suo utilizzo pertanto assicurerà l’eventuale scalabilità del processo, definendo la possibilità di valutare il fabbisogno sia dal punto di vista della singola U.O./Dipartimento/Azienda Sanitaria, che rapportarlo nel contesto regionale, secondo l’interesse di una Centrale di committenza.
Il processo che ha portato all’evoluzione delle modalità di raccolta del fabbisogno di ARES Sardegna è stato influenzato dalla recente riorganizzazione che ha interessato il SSR della Regione, ed ha visto il passaggio dall’utilizzo di un modulo di raccolta delle richieste a compilazione manuale, all’implementazione di un Form informatizzato di raccolta dati, fino allo sviluppo di un software dedicato, a servizio delle nuove modalità gestionali di recente implementazione. Durante la definizione delle specifiche tecniche del software, il gruppo di lavoro ha valutato le precedenti modalità di raccolta, individuando i principali punti di forza e debolezza. Ciò ha permesso uno sviluppo del software maggiormente aderente alle nuove esigenze di gestione del fabbisogno. Tale strumento consentirà, una volta a regime, la realizzazione di una base dati delle esigenze di investimenti standardizzata, fortemente validata, scalabile e condivisa, facilitando notevolmente tutti i processi di budgeting, procurement e buying delle tecnologie sanitarie.

 

 

Torna su »

Torna in alto