Convegno Nazionale AIIC

Articolo: GENERAZIONE DI CELLULE TESTICOLARI FUNZIONALI TRAMITE UN APPROCCIO IN VITRO PER LA PRESERVAZIONE DEL POTENZIALE FERTILE DI BAMBINI CON TESTICOLO RITENUTO

GENERAZIONE DI CELLULE TESTICOLARI FUNZIONALI TRAMITE UN APPROCCIO IN VITRO PER LA PRESERVAZIONE DEL POTENZIALE FERTILE DI BAMBINI CON TESTICOLO RITENUTO

AFFILIAZIONE università degli studi di verona AUTORE PRINCIPALE Dr. Vinco

AFFILIAZIONE
università degli studi di verona

AUTORE PRINCIPALE
Dr. Vinco Sara

VALUTA IL CHALLENGE[ratingwidget]

GRUPPO DI LAVORO
Dr. Vinco Sara – università degli studi di verona, verona
Dr. Errico Andrea – università degli studi di verona, verona
Dr Ambrosini Giulia – università degli studi di verona, verona
Dr. Dalla Pozza Elisa – università degli studi di verona, verona
Marroncelli Nunzio – università degli studi di verona, verona
Prof. Dando Ilaria – università degli studi di verona, verona
Prof. Zampieri Nicola – università degli studi di verona, verona

AREA TEMATICA
Gestione delle tecnologie biomediche: dati, modelli, risultati

ABSTRACT
L’infertilità è un problema clinico e sociale mondiale che colpisce ogni anno un numero crescente di persone. Per quanto riguarda l’infertilità maschile, essa colpisce circa il 50% delle coppie con il 30% dei casi legati a patologie testicolari. In circa il 60% di questi casi, i fattori di rischio che potrebbero alterare il potenziale di fertilità nei maschi possono essere diagnosticati e trattati in età pediatrica/adolescenziale, evidenziando l’importanza della prevenzione e della conservazione del potenziale fertile nei pazienti giovani. Il criptorchidismo è una condizione in cui uno o entrambi i testicoli non riescono a scendere dall’addome allo scroto, rappresentando una patologia di interesse andrologico in età pediatrica per lo più associata a una ridotta fertilità. Durante la migrazione dei testicoli, il tessuto connettivo del gubernaculum subisce un rimodellamento e diventa una struttura fibrosa, ricca di collagene e tessuto elastico. Potenzialmente la stimolazione gubernacolare post-operatoria può migliorare la crescita testicolare aumentando la vascolarizzazione del testicolo. Il primo obiettivo di questo progetto è stato quello di coltivare in vitro cellule gubernacolari derivate dalla biopsia del testicolo gubernaculum di un paziente criptorchide per ottenere cellule staminali, attraverso un protocollo di de-differenziazione ottimizzato nel nostro laboratorio. Dopo aver ottenuto le cellule staminali, che sono state caratterizzate a livello morfologico e molecolare, il secondo obiettivo è stato quello di spingere queste cellule a differenziarsi ulteriormente in cellule di tipo Leydig ex-novo. La potenziale applicazione clinica futura di questo progetto consiste nell’ottenere cellule Leydig completamente funzionali direttamente dalla biopsia del paziente con l’obiettivo di conservarle per: 1) generare organoidi in vitro per supportare la maturazione degli spermatozoi, in caso di alterazioni della spermatogenesi in età adulta; 2) reimpiantarle in pazienti con ipogonadismo dovuto a cause congenite o a malattie oncologiche. Questo progetto fa parte di uno studio più ampio che mira a preservare la fertilità dei maschi in età pediatrica, aprendo la strada ad applicazioni più ampie, tra cui altre patologie testicolari come la torsione testicolare.

 

 

Torna su »

Torna in alto