Corso 12 – cod. HT2 3D printing: tecniche, stato dell’arte e prospettive in sanità

Docenti:
Dott. Nicola Bizzotto (Medico Chirurgo Specialista in Ortopedia e Traumatologia)
Ing. Stefania Marconi, Prof. Ferdinando Auricchio (Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura,  Università di Pavia)
Lucio Ferranti (CEO Energy Group)

Responsabile scientifico:
Ing. Lorenzo Leogrande

 

PRESENTAZIONE
La manifattura additiva, meglio conosciuta come stampa 3D, è entrata a far parte solo negli ultimi anni del panorama delle nuove tecnologie di dominio pubblico, sebbene la sua nascita risalga alla fine degli anni ’80.

Con manifattura additiva si intende un processo di produzione che agisce depositando strati di materiale uno sopra l’altro, anziché lavorare per asportazione di materiale, come avviene nelle più note e comuni tecnologie di lavorazione. L’approccio della stampa 3D si basa sulla suddivisione del modello da realizzare in una serie di strati bi-dimensionali, strategia che permette di affrontare la produzione di geometrie estremamente complesse, spesso non realizzabili con altre tecnologie.

Queste caratteristiche, unite alla crescente disponibilità di materiali in grado di riprodurre fedelmente dettagli cromatici e funzionali, hanno permesso alla stampa 3D di inserirsi agevolmente in molti contesti industriali, sia come strumento di prototipazione che di produzione.   

La stampa 3D ha iniziato a trovare sempre più spazio anche nel campo medicale. Le applicazioni spaziano dalla realizzazione di modelli anatomici del paziente con finalità di pianificazione pre-operatoria, alla didattica fino alla produzione di materiale e strumenti intra-operatori personalizzati per lo specifico paziente.

Obiettivi
Il corso si propone di fornire le basi tecniche sul funzionamento delle principali tecnologie additive e sul loro ruolo nel mondo clinico, specialmente a supporto della pianificazione operatoria, unitamente ad una panoramica delle principali soluzioni commerciali. A supporto della trattazione, verranno presentati casi clinici realmente affrontati nelle varie discipline chirurgiche.

Metodologia didattica
Presentazione mediante slide, con discussione conclusiva e sessione di domande dal pubblico.

Destinatari
Tutti gli operatori del settore sanitario, con particolare riferimento a ingegneri clinici e biomedici. 

Materiali didattici
Slides delle presentazioni.

 

PROGRAMMA

  • Principi tecnologici e prototipazione medicale
  • Applicazioni cliniche presenti e future
  • Lo stato dell’arte delle soluzioni commerciali